domenica 28 giugno 2015

Amarene....... e ricordi d'infanzia

Salve amiche,
in questo ultimo fine settimana di giugno sono stata in campagna e con mia cognata siamo andate a raccogliere le amarene un frutto che purtroppo lentamente sta scomparendo.

Mentre le raccoglievo, sono tornata  indietro con gli anni,... quando... da bambina andavo da nonna e con mio fratello e i miei cugini, uscivamo "in missione" a raccoglierle, quante risate e che divertimento nel fare a gara a chi ne raccoglieva di più  e chi riempiva prima la cesta,... l'attesa delle cinque del pomeriggio,... quando passava Anselmo con il carretto dei gelati,  ricompensa di nonna per i suoi piccoli "operai" ......... (bastava poco per divertirsi)...




La tradizione di raccoglierle e conservarle in barattoli di vetro lo portata avanti anche da sposata. Le utilizzo poi in inverno per preparare torte, per guarnire le zeppole di San Giuseppe, e per accompagnare yogurt bianco e gelato. O semplicemente le gustiamo sole, guardando un bel film o preparo con il suo sciroppo delle bevande dissetanti e purificanti.




Vi lascio gli ingredienti: Amarene, zucchero, pellicola o garza, barattoli
di vetro ben lavati,sterilizzati e asciugati.

Lavate le amarene,eliminate delicatamente i peduncoli, lasciateli scolare, nel frattempo sterilizzate i  barattoli sistemandoli in una pentola con acqua, fatela bollire del 10-15 m. tirateli fuori, adagiateli su un canovaccio pulito e lasciateli scolare magari aiutandovi con lo stesso
canovaccio.Versate le amarene e ricopritele completamente di zucchero

lasciando abbastanza spazio, visto che lo zucchero sciogliendosi forma una sciroppo. Mette la pellicola e bucherellatela con un ago, fermatela con una molletta e posizionarli  in una zona soleggiata per 40 gg, controllando spesso il livello dello zucchero, devono essere sempre coperti i frutti. Trascorsi i giorni di macerazione, eliminare pellicola o garza, avvitare i coperchi e riportarli in casa al fresco e al buio.


Mangerete delle squisite amarene naturali, senza conservanti e coloranti.

Vi faccio vedere la tecnica che  ha utilizzato mio marito, per tenerli al sole, evitando che il vento li faccia cadere,
una cassetta di plastica, legata alla ringhiera del balcone.


Con questo post tipicamente estivo, dolce, delizioso e colorato dal sapore genuino partecipo a :



22 commenti:

  1. Noi prima delle ceste ci riempivamo la pancia!! Certo che è un peccato che le amarene non si trovino quasi più...

    RispondiElimina
  2. fantastico non ho mai provato ma le adoro ... come tutta la frutta estiva ... grazie per la ricetta ... un abbraccio
    giusi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono da provare, vedrai sarà un successo, questa mattina sono passata dai contadini per altri frutti e le stavano vendendo ad 1 euro

      Elimina
  3. Cara Nadia, è bello ricordare l'infanzia, dove tutto era bello e con poco eravamo sempre felici, la stagione delle ciliegie è sbocciata ovunque e gli alberi sono rossi ma non di fiore ma delle belle ciliegie.
    Ciao e buona settimana cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. Che bello quando qualcosa ci riporta ai tempi andati quando tutto era più semplice e si era contenti con poco. Sembrano buone le tue amarene, peccato che nelle campagne della mia zona non ne ho mai viste. Buona giornata e buon lavoro. Tina

    RispondiElimina
  5. che buone..grazie per i consigli...
    buona settimana
    simona

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prego, se ti riesce provale e mi saprai ridire....

      Elimina
  6. Ciao!!! Grazie per i preziosi consigli sulle ciliegie che amo tantissimo. Sono tornata indietro nel tempo con te con molto piacere
    Bacioni
    Alessandra

    RispondiElimina
  7. buone!!! lo ricordo anche io ...quando da bambina andavo in campagna a raccogliere le amarene......ciao

    RispondiElimina
  8. Cara Nadia, ci vizi e ci delizi sempre con le tue prelibatezze naturali e che ci fanno tornare alla mente ricordi di gioventù. Un vero peccato che questo ottimo e versatile frutto stia scomparendo. Ti abbraccio Antonietta

    RispondiElimina
  9. Bellissimi ricordi ..!! Mi hai fatto tornare indietro di tanti anni ..anche io ho di questi dolcissimi ricordi ..come dimenticare le amarene raccolte in campagna ..!! Le marmellate della mamma ..!! Grazie per questo post =) e per la ricetta ..!! Bacioni,
    elvira

    RispondiElimina
  10. Ciao, saranno certamente buone, ma volevo chiederti, quando tramonta il sole le lasci sempre all'aperto? Grazie un abbraccio!

    RispondiElimina
  11. Io no, e vengono buone...ma conosco signore che la sera le rientrano in casa, e poi le ritirano fuori,,,, al mattino seguente la mia memoria ha iniziato a perdere colpi....

    RispondiElimina
  12. ciao, bellissimo racconto che ha fatto ricordare tempi bellissimi ormai trascorsi. Sono felice che tu abbia partecipato al mio Link Party.
    Un abbraccio Carlottina

    RispondiElimina
  13. Una vera delizia...ottima, versatile e dolcissima questa tua ricetta, grazie per averla condivisa!
    Un bacione.
    Annarita

    RispondiElimina
  14. Il mitico carrettino dei gelati! Qui da noi suonava sempre una stramba trombetta per far capire che era arrivato.... bei ricordi! Grazie per avere partecipato al mio Link Party con questa deliziosa idea! W il carrettino dei gelati!!!! ciao da Carlottina!

    RispondiElimina